Lasagne Primavera al forno

Cosa c'è di più italico delle lasagne al forno della domenica? Potrei scrivere paginate su paginate di ricordi legati alle lasagne al forno, la meticolosità con cui venivano preparate dalla mia nonna (ma sono sicuro anche dalle vostre). Quanti litri di besciamella sono stati preparati nella nostre case? Quanti ragù sono stati cucinati? Di quelli che devono cuocere una vita e che quando li volevi assaggiare non erano mai pronti, perchè non avevano cotto mai abbastanza. Insomma tutti amiamo le lasagne al forno, fanno parte del nostro patrimonio gastronomico culturale, ma io direi quasi del nostro patrimonio genetico ormai. Una volta una chef mi ha detto che è inutile insegnare a fare il ragù perchè per quanto perfetto sia, non sarà mai buono come quello che ti cucinava la tua mamma o la tua nonna. Quindi per questo motivo non voglio affrontare la classica ricetta di lasagne al forno, ma ho pensato di proporvi una ricetta diversa, più leggera diciamo...



Ingredienti:

- 1,5 litri di besciamella
- asparagi
- piselli
- fagiolini
- fave
- 1 spicchio di aglio
- timo
- lasagne
- pecorino stagionato
- mozzarella 
- sale e pepe qb


Per prima cosa prepariamo la besciamella: mettete sul fuoco un pentolino con 130 grammi di farina e 130 grammi di burro, un pizzico di sale e una grattata di noce moscata. A fiamma bassa, per non bruciare gli ingredienti, mescolate fino ad ottenere una crema densa e senza grumi, a questo punto versate il latte tutto in una volta e mescolate velocemente con una frusta per sciogliere bene tutto. Alzate la fiamma e continuate a mescolare per circa 5 minuti fin tanto che la besciamella non si sarà addensata. A questo punto spegnete il fuoco e coprite con della pellicola per alimenti a contatto, in modo che non si formi la crosta in superficie.
Sgranate i piselli e le fave (eliminando anche il guscio interno) pulite i fagiolini tagliando le estremità, lavate gli asparagi eliminando la parte dura del gambo. Tagliate i fagiolini e gli asparagi a pezzi in modo da lasciare intere le punte.

Nel frattempo mettete una padella sul fuoco con un po' di olio evo, uno spicchio di aglio che avrete leggermente schiacciato e un rametto di timo, fate insaporire qualche minuto poi versate le verdure e cuocete a fiamma viva per circa dieci minuti aggiungendo un po' di acqua al bisogno. Salate e aggiungete una macinata di pepe bianco e continuate a cuocere finchè non si sia ritirata tutta l'acqua.
Ultime operazioni preliminari prima di cominciare a preparare: grattugiate del pecorino stagionato (io usato del pecorino toscano dop) e tagliate la mozzarella a pezzetti.


Prendete una pirofila capiente (del formato che preferite) e imburrate bene il fondo e le pareti. Versate un po' di besciamella sul fondo e poi cominciate a mettere un primo strato di lasagne, io uso quelle di pasta fresca così non è necessario sbollentarle prima.

 Versate di nuovo un ramaiolo di besciamella, aggiungete un po' di verdure, qualche pezzo di mozzarelle e del pecorino e via con un nuovo strato di di lasagne. Continuate di nuovo con le besciamella, le verdure, il pecorino e la mozzarella fino a esaurire gli ingredienti. Fate almeno 5/6 strati di lasagne e mi raccomando: non lesinate la besciamella! Per finire, nell'ultimo strato aggiungete una generosa manciata di pecorino in modo che in cottura formi una gustosa crosta. 



Accendete il forno e portatelo a 190°, quando sarà ben caldo infornate la pirofila con le lasagne nel ripiano più basso del forno e cuocete per una mezz'ora. Se volete un crosta più croccante, accendete il grill negli ultimi 5 minuti di cottura.
Le lasagne sono buonissime calde, tiepide, ma anche fredde. Che ve lo dico a fare? 




0 commenti:

Posta un commento

 

EXPO Worldrecipes Contributor

Disclaimer

Questo blog non costituisce una testata giornalistica. Non ha carattere periodico ed è aggiornato secondo la disponibilità e la reperibilità stagionale dei prodotti. Pertanto non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della Legge. n. 62 del 2001. L’autore non è responsabile per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post. Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy. Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, comunicatecelo via mail.

Slowthinking

Proud to be Bloggalletto

4Cooking

trova ricetta WebShake – cucina BlogItalia - La directory italiana dei blog Ricercadiricette.it /

Email me

Meet The Author

Sono Jacopo, 34 anni e una passione per il buon mangiare che inizia nell'infanzia quando da bambino, nascosto sotto il tavolo di cucina, rubavo i tortellini appena fatti il pomeriggio della vigilia di Natale. Io facevo il brunch quando ancora non sapevo neanche cosa fosse: la colazione della domenica mattina della mia adolescenza è stata spesso una fetta di pane con una generosa cucchiaiata del ragù lasciato incustodito sul fuoco. Oggi che sono adulto sono diventato un gourmand esigente e un cuoco eccellente, in parole povere mi piace mangiare e bere bene, ma mi piace anche (e molto!) cucinare le cose che amo per le persone che amo. Mi piace sempre citare una frase di Elsa Morante. Negli ultimi anni di vita Elsa chiedeva a tutti: “Qual è secondo voi la frase d’amore più vera, quella che esprime al massimo il sentimento?”. Tutti dicevano grandi cose. Lei rispondeva: “No. La frase d’amore, l’unica, è: hai mangiato?”.