Donati Luxury Tower: il turismo di lusso a Firenze

Qualche giorno fa, ho avuto il piacere di partecipare alla giornata inaugurale della Donati Luxury Tower, un residence in centro a Firenze. La torre Donati è una delle case torri più antiche e, originariamente più alte di Firenze. Siamo in piazza S. Elisabetta, per chi non è pratico, a metà strada tra il Duomo e piazza della Signoria! Qui nel Medioevo abitavano i Ricci – Donati, due delle famiglie più influenti di tutta Firenze. Adesso, dopo un lungo restauro, in queste stanze potranno soggiornare turisti provenienti da tutto il mondo. L’esperienza è indubbiamente mozzafiato, se non altro per la vista a 360° che si gode dalle finestre dei piani alti e dal rooftop.

La struttura si compone di 12 suite, 2 per ogni piano, ognuna delle quali prende il nome da un personaggio celebre della storia fiorentina. Giusto per citarle tutte, ci sono le suite: Dante, Brunelleschi, Machiavelli, Leonardo, Giotto, Gemma, Buonarroti, Botticelli, Donatello, Machiavelli, Raffaello, Lorenzo il Magnifico.

Il progetto di restauro della Donati Luxury Tower

Il recupero della torre Ricci – Donati è stato piuttosto lungo e complicato: immaginate cosa significhi lavorare in una struttura così di prestigio in centro a Firenze.. I lavori sono durati per più di due anni e hanno avuto un costo complessivo di oltre 2 milioni di euro. Gli interventi sulla struttura della torre sono stati molto delicati e anche la realizzazione e l’arredamento delle suite. Ogni mini appartamento infatti ha un suo stile particolare, i dettagli sono curati al massimo per offrire agli ospiti lusso e comodità in uno stile “toscano”. Pareti con pietre a vista si alternano a morbidi divani in pelle, non mancano tavoli di design e ogni appartamento ha un angolo cottura a scomparsa. Si è scelto di lavorare con materiali spesso locali, come il cotto o la pietra serena, per offrire un’esperienza ancora più tipica. .

Tutto è stato supervisionato da Fulvio Fabbri ed Enrico Borgogni che sono gli amministratori delegati della società che ha in gestione la struttura. Mentre i lavori di recupero e restauro sono stati curati dall’architetto Renato Peroni. Insomma chiunque avrà la fortuna di essere ospite presso la Donati Luxury Tower sono sicurò vivrà un’esperienza che porterà nel cuore per anni. Quando sono arrivato nel roof top e avevo il Duomo da una parte e Palazzo Vecchio dell’altra, non vi nascondo di essermi emozionato. E non li vedevo per la prima volta, la cupola del Brunelleschi mi è familiare, come una vecchia amica. Quindi provate a pensare a chi questa meraviglia la vede così vicina per la prima volta..

Qui il sito, per ogni ulteriore informazione e per le prenotazioni!

 

 

0 Commenti

Lascia un commento