Clafoutis salato alle zucchine

Vi ho già parlato del clafoutis qualche settimana fa, proponendovi quello con le ciliegie per il 14 luglio. Il clafoutis è infatti un dolce tipicamente francese, anzi oggi vedremo che è una “preparazione” tipicamente francese, perchè  se è vero che la versione dolce è quella più famosa, in realtà è possibile farla anche salata. Tra l’altro il clafoutis (sia nella versione dolce che in quella salata) è molto versatile perchè si presta a mille varianti, a mille reinterpretazioni, quindi ognuno lo può fare adattandolo ai propri gusti.
Ingredienti:
– 3 uova
– 3/4 zucchine e i loro fiori
– 50 grammi di prosciutto cotto
– 50 grammi di parmigiano grattugiato
– 60 grammi di emmentaler
– 120 grammi di farina
– 2/3 cucchiai di pinoli
– 50 ml di latte
– 50 ml di panna
– timo
– sale e pepe
Cominciamo dalle zucchine: eliminate il pistillo dai fiori, lavate e tagliate  le zucchine a cubetti e saltatele in padella per qualche minuto con un po’ d’olio e il timo, salate e pepate prima di spegnere il fuoco. Questo passaggio serve per far insaporire le zucchine e per far perdere loro un po’ d’acqua in modo che non vadano ad inumidire il clafoutis.
In una ciotola preparate il composto: mescolate le uova con la farina e poi versate la panna e il latte, mescolate bene con una frusta per evitare che si formino grumi. Aggiungete poi gli altri ingredienti: parmigiano, emmentaler, il prosciutto cotto che avrete tritato, le zucchine e i pinoli. Regolate di sale e pepe, in base ai vostri gusti. Tenete da parte un po’ di pinoli e un po’ di parmigiano che metterete in superficie per decorare. Imburrate bene una pirofila (potete usare anche una teglia rivestita di carta da forno umida se volete evitare il burro) e versatevi dentro l’impasto facendo attenzione che le zucchine non si depositino sul fondo e che siano ben distribuite. Stracciate i fiori e ricoprite la superficie del clafoutis, mettete i pinoli che avete lasciato da parte e il parmigiano che in cottura si dorerà rendendo più gradevole il vostro clafoutis.
Infornate a forno già caldo e cuocete per 40/45 minuti a 180°. Il clafoutis è buono sia tiepido che freddo, io ve lo consiglio freddo perchè i sapori si sono fermati ed è più buono. Potete mangiarlo subito, farlo a quadretti e portarlo in spiaggia, ad un pic nic, usarlo per un aperitivo..
Buon appetito! 

0 Commenti

Lascia un commento