Bruschette al Radicchio Tardivo e pancetta di Cinta

Oggi una ricetta di quelle che io chiama “salva cena”. Una di quelle cose last minute, perfette per un aperitivo improvvisato, un amico che arriva a cena all’improvviso. Ma non lasciatevi ingannare dal fatto che si prepari in quattro e quattr’otto, la velocità di preparazione in questo caso è inversamente proporzionale alla bontà. Le bruschette al Radicchio Tardivo e pancetta di Cinta Senese infatti sono davvero squisite. Nonostante il Radicchio Tardivo e il maiale di Cinta Senese non si conoscano e vivano lontani, sembrano nati apposta per stare bene insieme! In questo piatto ci sono tutte le caratteristiche per renderlo ottimo: la masticabilità del pane bruscato, la grassezza e l’aromaticità della pancetta, la croccantezza e il sentore amaro del radicchio. In più considerate che sono pronte in neanche 20 minuti… ecco perchè alla fine del post mi aspetto i vostri ringraziamenti!

 

Ingredienti per le bruschette al Radicchio Tardivo e pancetta di Cinta

  • Pane tipo toscano a fetta larga
  • Radicchio tardivo di Treviso igp
  • Pancetta di Cinta Senese
  • miele
  • noci
  • olio
  • aglio
  • sale e pepe a piacere

Preparazione

Accendete il forno in modalità grill ventilato a circa 200 gradi di potenza. Prendete il pane e tagliate delle fette abbastanza spesse, almeno un cm. Io vi consiglio di usare del pane toscano a fetta larga… ma so già che scateno il putiferio. La pancetta è abbastanza sapida quindi secondo me (sarà che ci sono abituato..) è meglio usare un pane senza sale. Ma ovviamente seguite i vostri gusti. Lavate e asciugate bene il radicchio tardivo, poi su un tagliere con un coltello, tagliate il radicchio a pezzi abbastanza grandi, cercando di lasciare le punte arricciate, intatte. In un padella antiaderente scaldare l’olio con un spicchio d’aglio per qualche minuto. Quando comincia a sfrigolare, spegnete la fiamma e lasciate raffreddare. Una volta raffreddato, accendete di nuovo il fornello e scaldate di nuovo l’olio, eliminate l’aglio e saltate il radicchio a fiamma molto alta per pochissimo tempo. Due / tre minuti sono più che sufficienti, questo passaggio serve solo ad ammorbidire il radicchio che non deve assolutamente appassire.

Sistemate le fette di pane su una teglia rivestita di carta forno e infornatele per qualche minuto per renderle croccanti. Voi conoscete il vostro forno, ma due minuti per lato dovrebbero essere sufficienti. A questo punto sistemate la pancetta di Cinta Senese sulle fette di pane e rimettete la teglia in forno giusto un minuto, il tempo necessario perchè la pancetta con il calore cominci a sciogliersi. Quando il grasso comincia a diventare traslucido tirare fuori la teglia. Con l’aiuto di una forchetta o con le pinze da cucina, sistemate un po’ di radicchio sopra la pancetta in ogni fetta di pane. Infornate nuovamente per un paio di minuti, giusto per scaldare il radicchio.

Preparazione finale

A questo punto vi consiglio di spezzettare alcune noci direttamente sulle bruschette al radicchio tardivo e pancetta e versate qualche goccia di miele in ogni fetta. Io usato un miele millefiori, dal sapore piuttosto neutro, ma anche in questo caso usate pure il miele che preferite. Se volete, un pizzico di sale e un po’ di pepe e le bruschette sono pronte.

Se ricette last minute deve essere, non ci sarà tempo di mettere in fresco un bianco o un prosecco… aprite un vino rosso e sarà tutto perfetto. Io in questo caso ho usato un Morellino di Scansano.

Se vi piacciono le ricette col radicchio, non perdetevi le altre ricette che ho pensato:

 

Iniziativa finanziata dal Programma di sviluppo rurale per il Veneto 2014-2020

0 Commenti

Lascia un commento