Venezia e la tradizione dei san martini.

Lo so che san Martino non era di Venezia, ma di Tours, ma oggi vi voglio raccontare una storia ed anche una ricetta. Siamo a Venezia e vi voglio raccontare la storia di questo dolce antico, perchè lo sapete mi piace parlarvi anche di tradizioni gastronomiche che sono la nostra storia.
Tutti conoscerete la storia di San Martino, il soldato romano che impietositosi alla vista di un mendicante infreddolito, senza esitare taglio a metà il suo mantello per coprirlo nel freddo novembre del 335. Da qui la tradizione dell’estate di san Martino, i 3 giorni di clima tiepido che ricorrono intorno all’undici novembre data in cui si festeggia il santo.
La festa di san Martino è molto sentita in Italia, ma anche nel resto d’Europa e generalmente si festeggia mangiando i frutti della stagione, come le castagne ma soprattutto il vino (Per San Martino, ogni mosto è vino diceva il proverbio..), a Venezia invece c’è una tradizione antichissima, quella di preparare il dolce di San Martino, conosciuti semplicemente con il nome di San Martini. I san martini sono dei biscotti, grandi, di pasta frolla che vengono decorati con glasse  bianche o colorate e palline, cioccolatini ed altre leccornie. Sono dei dolci per i bambini, che una volta, andavano in gruppo a chiedere soldi, proprio come avviene per i bambini anglosassoni ad Halloween, per comprarsi i san martini. E proprio come i bambini di americani, in gruppo cantavano filastrocche per ringraziare le persone generose o per infastidire quelle più tirchie. Tutt’ora le pasticcerie a Venezia in questi giorni, preparano i san martini, ma io vi dico come farli da soli. Ecco come!

Ingredienti

per la frolla:
  •  500 grammi di farina
  •  300 grammi di burro freddo
  •  200 grammi di zucchero a velo
  •  1 uovo intero
  •  1 tuorlo
  •  un pizzico di sale
  •  buccia di limone
  •  essenza di vaniglia
Per la ghiaccia
  • 1 albume
  • 150 grammi di zucchero a velo
  • qualche goccia di limone

Preparazione dei San Martini

Per prima cosa prepariamo la base del biscotto, che altro non è che pasta frolla. Prepariamola nel modo classico, impastando la farina con il burro fino ad ottenere un effetto sabbioso. Nel frattempo uniamo zucchero, uova, sale ed aromi e mescoliamo bene. Quando l’impasto di burro e farina sarà pronto, uniamo la parte liquida, amalgamiamo velocemente gli ingredienti, formiamo un panetto rettangolare e involtiamo nella pellicola per alimenti e lasciamo riposare in frigo per almeno un’ora.
Nel frattempo prepariamo il disegno: stampate su un foglio di carta (oppure se siete bravi disegnate a mano libera) l’immagine del vostro san martino, ritagliatela per poi utilizzarla per ricavare la forma del dolce.
Su di un piano infarinato stendete la frolla ad uno spessore di 5/6 mm, appoggiate sopra il foglio con il disegno di san martino e con un coltellino molto affilato od un bisturi, ritagliate il vostro biscotto. Trasferite su di una teglia da biscotti e cuocete a forno caldo 170/180 gradi per circa 16/18 minuti.
A questo punto lasciate raffreddare i biscotti e preparatevi a decorare. Io ho usato una ghiaccia reale e delle palline di zucchero colorate, ma qui davvero potete sbizzarrirvi, utilizzando cioccolato fuso, pdz, quello che volete.
Per la ghiaccia, montate a neve un albume, aggiungete poi lo zucchero a velo setacciato e qualche goccia di limone. Trasferite la ghiaccia in una sacca a poche e poi guarnite il biscotto come preferite.
I san martini sono un dolce per bambini, ma ovviamente vanno bene anche per gli adulti. Io per dire, mentre sto scrivendo ne ho già mangiato uno.

Buona festa a tutti!

san martini

 

 

 

0 Commenti

Lascia un commento