#Campolibero

Nel consiglio dei ministri di venerdì scorso sono state approvate una serie di norme che nel loro insieme vanno a formare il così detto pacchetto #Campolibero. Le norme approvate sotto forma di decreto passano adesso alle Camere per l’approvazione e la conversione in legge dello stato.
L’insieme delle misure è rivolto a disciplinare in modo migliore e più efficace il campo agroalimentare prevedendo azioni per i giovani, il lavoro, la semplificazione, la competitività e la sicurezza. 

  • GIOVANI: Sono previste detrazioni fiscali per l’affitto dei terreni (al 19%) per gli imprenditori agricoli under 35. Sono previsti incentivi alle assunzioni, con uno sgravio di 1/3 sulla retribuzione lorda a fronte di un contratto di almeno 3 anni.
  • LAVORO: Creazione di una rete del lavoro agricolo di qualità, per combattere il sommerso e promuovere la regolarità delle imprese agricole attraverso una certificazione di qualità. Deduzioni IRAP per i lavoratori assunti con contratti a tempo determinato o per almeno 150 giornate all’anno.
  • SEMPLIFICAZIONE: Sono previste semplificazioni nel settore vinicolo e estensione del ricorso alla diffida, prima di procedere a sanzioni pecuniarie amministrative.
  • INNOVAZIONE D’IMPRESA: E’ previsto un credito di imposta fino al 40% per innovazione e sviluppo di prodotti e tecnologia; per le nuove reti d’impresa; per l’e-commerce dei prodotti alimentari.
  • SICUREZZA: sono previste norme più severe con ulteriori controlli nella Terra dei Fuochi.
  • OGM: sono previste sanzioni per chi coltiva OGM in Italia con il rafforzamento dei controlli per assicurare l’effettività del divieto di coltivazione.
Sono poi previste altre norme che intendono agevolare ancora di più il settore agroalimentare, come i mutui a tasso zero per le nuove imprese agricole con un titolare under 40, l’apertura delle società agricole in 60 giorni e il registro unico dei controlli aziendali. Le misure sono state presentate dal Ministro Martina in conferenza stampa, che ha sottolineato l’impegno del governo per rilanciare il settore, anche come chiave di sviluppo economico ed occupazionale. Molte delle misure sono state specificatamente pensate per soggetti giovani, per puntare sugli imprenditori under 35. 
E’ importante sottolineare che #Campolibero è il frutto di un percorso partecipato: il primo progetto normativo è stato modificato e migliorato con i suggerimenti che sono arrivati da una call pubblica al MIPAAF e che si è conclusa il 30 aprile.
0 Commenti

Lascia un commento