ADOC: crocchette bio per cani e gatti

Vi parlo quasi sempre di cibo: ingredienti, ricette, libri di ricette, storie di chef.. insomma tutto quello che ruota intorno al cibo, ma sempre cibo per le persone.
Oggi voglio fare uno strappo alla regola e parlavi sempre di cibo, ma di cibo per gli animali. Che poi dal mio punto di vista gli animali  che vivono con noi nelle nostre case, sono parte integrante delle nostre famiglie, quindi non c'è nulla di strano nel rivolgere un post anche a loro.
Io ho un cagnolino e mi preoccupo quotidianamente della sua alimentazione: scelgo con cura le cose da farle mangiare e cerco di variare la sua alimentazione per rendere i suoi pasti in
vitanti.
Quando non posso prepararle qualcosa io, voglio avere le massime garanzie perché voglio essere tranquillo di quello che mangia, proprio come si trattasse di qualcosa per me.
Le crocchette ADOC sono un linea di alimenti per cani (ma anche per gatti) certificati biologicamente  da un ente  apposito autorizzato dal MIPAAF. Ma non finisce qui, perché gli ingredienti oltre che essere biologici e provenienti da allevamenti nell'Unione Europea, sono anche completamente tracciabili lungo tutta la filiera. Le crocchette ADOC sono un prodotto di alta qualità, perché non contengono né coloranti né conservanti e sono state elaborate in modo che le proteine animali siano il primo ingrediente.
Un'altra cosa bella delle crocchette ADOC è che sono "cruelty free" cioè sono prodotte senza nessun test invasivo sugli animali per ottimizzare la produzione!
I polli utilizzati nella preparazione delle crocchette sono allevati a terra e ci sono anche dei frutti bio come ananas, papaya e mirtillo che sono utili alla digestione dei nostri animali per le loro particolari funzioni depurative e antiossidanti. Se ancora tutte queste notizie non vi fanno stare del tutto tranquilli vi dico anche che la particolare ricetta delle crocchette così formulata è stata approvata dal Dipartimento di Scienze Mediche Veterinarie dell'Università di Bologna.
Un'altra cosa che mi ha colpito è l'impegno di ADOC per la sostenibilità: pensate che oltre a non fare test sugli animali, ADOC garantisce che i tonnetti pescati provengono da specie non in pericolo e che i metodi di pesca non mettono a rischio i delfini. Inoltre è disponibile in rete il bilancio etico di Agras Pet Foods, l'azienda proprietaria del marchio ADOC. 
Sulla base della mia esperienza vi posso dire che Quency corre in cucina già quando sente il rumore delle crocchette scendere nella ciotola.. il che per me vale più di ogni rassicurazione!
Se vi ho incuriosito o se volete approfondire potete dare un'occhiata al sito ADOC dove troverete tutte le informazioni del caso e la linea completa di prodotti! 

Buzzoole

0 commenti:

Posta un commento

 

EXPO Worldrecipes Contributor

Disclaimer

Questo blog non costituisce una testata giornalistica. Non ha carattere periodico ed è aggiornato secondo la disponibilità e la reperibilità stagionale dei prodotti. Pertanto non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della Legge. n. 62 del 2001. L’autore non è responsabile per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post. Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy. Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, comunicatecelo via mail.

Slowthinking

Proud to be Bloggalletto

4Cooking

trova ricetta WebShake – cucina BlogItalia - La directory italiana dei blog Ricercadiricette.it /

Email me

Meet The Author

Sono Jacopo, 34 anni e una passione per il buon mangiare che inizia nell'infanzia quando da bambino, nascosto sotto il tavolo di cucina, rubavo i tortellini appena fatti il pomeriggio della vigilia di Natale. Io facevo il brunch quando ancora non sapevo neanche cosa fosse: la colazione della domenica mattina della mia adolescenza è stata spesso una fetta di pane con una generosa cucchiaiata del ragù lasciato incustodito sul fuoco. Oggi che sono adulto sono diventato un gourmand esigente e un cuoco eccellente, in parole povere mi piace mangiare e bere bene, ma mi piace anche (e molto!) cucinare le cose che amo per le persone che amo. Mi piace sempre citare una frase di Elsa Morante. Negli ultimi anni di vita Elsa chiedeva a tutti: “Qual è secondo voi la frase d’amore più vera, quella che esprime al massimo il sentimento?”. Tutti dicevano grandi cose. Lei rispondeva: “No. La frase d’amore, l’unica, è: hai mangiato?”.