Crema di zucca con orzo perlato e creme fraîche

Fine ottobre in cucina significa solo una cosa: ricette a tema Halloween everywhere. Il che vuol dire biscotti da paura,  a forma di dito mozzato, di ragno, muffin neri, zuppe che sembrano sanque etc etc
Ne sentiamo davvero bisogno? Certamente no. 
Non intendo assolutamente entrare in questo filone di ricette, ma visto che l'ingredienti principale della festa è la zucca, una ricetta a base di zucca ve la voglio fornire anche io. Assolutamente italiana, certamente buonissima! 
La zucca infatti è uno degli ingredienti principali della nostra gastronomia autunnale, è presente nelle nostre tavole ben prima che festeggiare Halloween diventasse di moda.. peraltro la zucca da intaglio non si mangia neanche.
Vi propongo una vellutata di zucca un po' particolare: ho aggiunto infatti dell'orzo, un'altro degli ingredienti che da sempre sono presenti nella nostra tradizione. Ho utilizzato dell'orzo perlato Nuova Terra, un'azienda che produce svariati prodotti biologici di altissima qualità, molto buoni e molto pratici nell'utilizzo. Per esempio l'orzo perlato che ho usato non ha bisogno nè di ammollo nè di lavaggio, si può cuocere immediatamente.

Ingredienti

- 500 grammi di zucca
- 1 scalogno
- salvia e rosmarino
- 1 litro di acqua
- olio evo
- sale, pepe
- 150 ml di panna liquida
- succo di limone

Per prima cosa preparate l'orzo perlato: versate l'orzo in una pentola capiente e ricopritelo abbondantemente con dell'acqua. A questo punto mettete la pentola sul fuoco, coprite con un coperchio e cuocete per 25/30 minuti mescolando di tanto in tanto. Controllate che vi sia sempre sufficiente acqua per cuocere l'orzo, altrimenti aggiungete un paio di ramaioli di acqua calda. Quando l'orzo sarà cotto, ma ancora al dente, scolatelo e mettetelo da parte.
In una ciotola mescolate la panna liquida con 2/3 cucchiaini di succo di limone: mescolate velocemente e vedrete la panna addensarsi come per magia. Ecco il modo più veloce e semplice per ottenere in casa la panna acida o creme fraîche che dir si voglia. 
Tagliata finemente lo scalogno e fatelo rosolare per qualche minuto in un'altra pentola con dell'olio evo un po' di sale. Aggiungete poi la zucca, sbucciata e tagliata grossolanamente. Coprite la zucca con dell'acqua calda e aggiungete un paio di foglioline di salvia e un rametto di rosmarino. Cuocete a fiamma viva, in modo da far evaporare l'acqua, ottenendo un vellutata piuttosto densa. Quando la zucca sarà morbida, frullate tutto per qualche minuto con un frullatore ad immersione in modo da ottenere un composto molto liscio senza nessun grumo. Assaggiate e regolate eventualmente di sale e pepe. A questo punto versate nella pentola con la crema di zucca l'orzo perlato che avevate cotto precedentemente e terminate la cottura per 5 minuti o secondo il bisogno. 
Adesso che tutto è pronto non resta che impiattare: versate in una scodella o in una ciotola la crema di zucca con l'orzo perlato, aggiungete poi alcune gocce di creme fraîche, mescolate leggermente per ottenere un disegno con le gocce bianche e... buon appetito! 



1 commenti:

Posta un commento

 

EXPO Worldrecipes Contributor

Disclaimer

Questo blog non costituisce una testata giornalistica. Non ha carattere periodico ed è aggiornato secondo la disponibilità e la reperibilità stagionale dei prodotti. Pertanto non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della Legge. n. 62 del 2001. L’autore non è responsabile per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post. Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy. Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, comunicatecelo via mail.

Slowthinking

Proud to be Bloggalletto

4Cooking

trova ricetta WebShake – cucina BlogItalia - La directory italiana dei blog Ricercadiricette.it /

Email me

Meet The Author

Sono Jacopo, 34 anni e una passione per il buon mangiare che inizia nell'infanzia quando da bambino, nascosto sotto il tavolo di cucina, rubavo i tortellini appena fatti il pomeriggio della vigilia di Natale. Io facevo il brunch quando ancora non sapevo neanche cosa fosse: la colazione della domenica mattina della mia adolescenza è stata spesso una fetta di pane con una generosa cucchiaiata del ragù lasciato incustodito sul fuoco. Oggi che sono adulto sono diventato un gourmand esigente e un cuoco eccellente, in parole povere mi piace mangiare e bere bene, ma mi piace anche (e molto!) cucinare le cose che amo per le persone che amo. Mi piace sempre citare una frase di Elsa Morante. Negli ultimi anni di vita Elsa chiedeva a tutti: “Qual è secondo voi la frase d’amore più vera, quella che esprime al massimo il sentimento?”. Tutti dicevano grandi cose. Lei rispondeva: “No. La frase d’amore, l’unica, è: hai mangiato?”.