Casa di Vita: il piatto unico come non lo avete mai mangiato prima

Cucinare in estate è complicato: chi ha voglia di stare ai fornelli o accendere il forno? Nessuno, ve lo garantisco io! Per questo molto spesso ricorriamo a un escamotage, il piatto unico. Prendiamo magari un po' d'insalata, oppure del farro, aggiungiamo un po' di cose a casa che vediamo nel frigo in bella vista e via, il piatto pronto. Se preparare una cena così è comodo e veloce, non sempre il risultato è anche buono, men che meno è un risultato corretto dal punto di vista nutrizionale. Ma dimenticate da adesso questi tentativi e cominciamo a cucinare come si deve! Ci aiuta Casa di Vita a far diventare il piatto unico uno stile di vita e un pasto bilanciato che contenga tutti i nutrienti di cui abbiamo bisogno quotidianamente! Farlo è più semplice di quanto si possa pensare: basta visitare il sito #Casadivita e grazie al configuratore del piatto unico potete essere creativi e progettare un piatto unico tutto per voi scegliendo tra più di 1.000 opzioni!  Il vostro piatto unico così conterrà la giusta dose di proteine (vegetali o animali) di carboidrati da cereali e di carboidrati da frutta o verdura. Per esempio lo sapevate che i carboidrati da frutta o verdura devono essere il 50% del piatto? 
Io seguendo le indicazioni del configuratore ho creato il mio #piattounicocdv a base di riso Venere con del pollo e per finire pomodori e cipolla, avocado e mango: un mix di cereali con frutta e verdura per rendere tutto più estivo e gustoso! 
Casa di Vita è comodissimo perchè vi consente di archiviare i vostri piatti unici, così da averli raccolti per poterli rifare quando volete.. ma non finisce qui, perchè potrete anche trovare consigli e approfondimenti per integrare al meglio la vostra dieta quotidiana e settimanale!
Ricordatevi inoltre che il piatto unico non è adatto solo d'estate, in quanto è in realtà una modalità per preparare i pasti durante tutto l'anno!
Vi lascio con il video del Dr. Filippo Ongaro che ci spiega come sfruttare al meglio il potenziale del piatto unico nella dieta quotidiana. Ricordate, non mi stancherò mai di dirlo, che la salute comincia a tavola! 

<img src="https://buzzoole.com/track-img.php?code=6UVBCZ1R5GVEYU7T35RA" alt="Buzzoole" />


0 commenti:

Posta un commento

 

EXPO Worldrecipes Contributor

Disclaimer

Questo blog non costituisce una testata giornalistica. Non ha carattere periodico ed è aggiornato secondo la disponibilità e la reperibilità stagionale dei prodotti. Pertanto non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della Legge. n. 62 del 2001. L’autore non è responsabile per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post. Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy. Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, comunicatecelo via mail.

Slowthinking

Proud to be Bloggalletto

4Cooking

trova ricetta WebShake – cucina BlogItalia - La directory italiana dei blog Ricercadiricette.it /

Email me

Meet The Author

Sono Jacopo, 34 anni e una passione per il buon mangiare che inizia nell'infanzia quando da bambino, nascosto sotto il tavolo di cucina, rubavo i tortellini appena fatti il pomeriggio della vigilia di Natale. Io facevo il brunch quando ancora non sapevo neanche cosa fosse: la colazione della domenica mattina della mia adolescenza è stata spesso una fetta di pane con una generosa cucchiaiata del ragù lasciato incustodito sul fuoco. Oggi che sono adulto sono diventato un gourmand esigente e un cuoco eccellente, in parole povere mi piace mangiare e bere bene, ma mi piace anche (e molto!) cucinare le cose che amo per le persone che amo. Mi piace sempre citare una frase di Elsa Morante. Negli ultimi anni di vita Elsa chiedeva a tutti: “Qual è secondo voi la frase d’amore più vera, quella che esprime al massimo il sentimento?”. Tutti dicevano grandi cose. Lei rispondeva: “No. La frase d’amore, l’unica, è: hai mangiato?”.